Default Header Bubble Text

Consigli per la posa del cotto

Il materiale, anche per quanto sopra descritto, deve essere in ogni caso posato, sia a malta che a colla, sempre spalmando il prodotto su ogni singolo mattone, premendo lo stesso fino a raggiungere la quota ottimale eIl materiale, anche per quanto sopra descritto, deve essere in ogni caso posato, sia a malta che a colla, sempre spalmando il prodotto su ogni singolo mattone, premendo lo stesso fino a raggiungere la quota ottimale ed in modo che la superficie sottostante risulti completamente riempita. Le irregolarità che si presenteranno a pavimento ultimato saranno facilmente ovviabili con una rapida carteggiatura effettuata prima del trattamento, nella misura che il committente ritenga opportuna.
Nel caso di montaggio a malta, il cotto deve essere abbondantemente bagnato con conseguente allungamento dei tempi di asciugatura. Nel caso di montaggio a colla, basterà una passata di spugna bagnata sulla superficie di attacco con conseguente drastica riduzione dei tempi di asciugatura
Secondo tradizione, il cotto fatto a mano viene posato accostato e le fughe risulteranno solo per l’irregolarità del materiale, per cui si consiglia il posatore di iniziare il montaggio scegliendo i mattoni di calibro più grande.

All’interno, si consiglia di usare un Primer prima della stuccatura per evitare pesanti lungaggini in fase di pulitura. La cosa non può essere praticata all’esterno.
N.B. Il nostro materiale è certificato antigelivo all’esterno solo se non è trattato.
Nel caso il prodotto venga trattato, sarà il trattatore a dover offrire la garanzia.

Per ovviare ai problemi di pulizia della stuccatura all’esterno, sarà sufficiente bagnare il materiale fino al rifiuto dell’acqua prima della stuccatura stessa.
Per qualsiasi ulteriore chiarimento è a disposizione il nostro studio tecnico.d in modo che la superficie sottostante risulti completamente riempita. Le irregolarità che si presenteranno a pavimento ultimato saranno facilmente ovviabili con una rapida carteggiatura effettuata prima del trattamento, nella misura che il committente ritenga opportuna.
Nel caso di montaggio a malta, il cotto deve essere abbondantemente bagnato con conseguente allungamento dei tempi di asciugatura. Nel caso di montaggio a colla, basterà una passata di spugna bagnata sulla superficie di attacco con conseguente drastica riduzione dei tempi di asciugatura
Secondo tradizione, il cotto fatto a mano viene posato accostato e le fughe risulteranno solo per l’irregolarità del materiale, per cui si consiglia il posatore di iniziare il montaggio scegliendo i mattoni di calibro più grande.

All’interno, si consiglia di usare un Primer prima della stuccatura per evitare pesanti lungaggini in fase di pulitura. La cosa non può essere praticata all’esterno.
N.B. Il nostro materiale è certificato antigelivo all’esterno solo se non è trattato.
Nel caso il prodotto venga trattato, sarà il trattatore a dover offrire la garanzia.
Per ovviare ai problemi di pulizia della stuccatura all’esterno, sarà sufficiente bagnare il materiale fino al rifiuto dell’acqua prima della stuccatura stessa.
Per qualsiasi ulteriore chiarimento è a disposizione il nostro studio tecnico.